Dal giornale WantaChina Times arrivano notizie non particolarmente belle. Pare infatti che la produzione del nuovo iPad nelle catene di montaggio di Shenzhen stia rallentando e che gli operai abbiano sempre “meno da fare”.

Operaia Foxconn

Potrebbe trattarsi di un trend negativo di vendite per il nuovo iPad, subito dopo il lancio record del prodotto, ma potrebbe anche trattarsi dell’avvio della produzione nelle fabbriche brasiliane della Foxconn, che vi ricordiamo sono già pronte dall’autunno del 2011.

Si sarebbe arrivato a dire questo grazie ad un intervista ad un presunto dipendente della Foxconn, addetto alla produzione del nuovo tablet di Cupertino.

Nell’ultimo mese, dice l’impiegato, “ho già ricevuto 10 giorni di ferie, con la conseguente diminuzione dello stipendio che sarebbe sceso sotto i 2000 yuan al mese (circa 317$).”

“La produzione di massa del nuovo iPad è partita dai primi dell’anno. All’inizio lavoravamo otto ore al giorno, a volte con due ore di straordinari se richiesto. Assemblavamo 1000 iPad in 10 ore. A febbraio producevamo dai 150 ai 180 iPad per ora. Tuttavia, verso marzo, qualche volta non siamo riusciti a lavorare neanche per 5 giorni alla settimana”.

Speriamo che sia solo lo spostamento della produzione in Brasile, altrimenti potrebbe essere un vero flop per Apple.

Calo di produzione del nuovo iPad: flop di vendite?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi