Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

App Store News | Apple Rumors
forum apple

Apple: rimborso da 32.5 milioni di dollari ai genitori

La Apple ha sempre tenuto in grande considerazione le segnalazioni dei suoi clienti: ancora una volta, si dimostra piuttosto disponibile ad un rimborso spese.

app store logo

La casa di Cupertino ha restituito ben 32.5 milioni di dollari ad un consorzio di genitori, richiedenti il rimborso per alcuni aggiornamenti app (in acquisti di versione Pro) eseguiti erroneamente dai figli, lasciati incustoditi nell’utilizzo di iPhone e iPad su App Store.

Questi genitori si sono trovati, a fine mese, a dover pagare tutta una serie di acquisti (effettuati nel negozio virtuale Apple) dal valore di diverse decide di dollari; hanno, dunque, effettuato una richiesta formale al brand americano per la restituzione della somma spesa.

iOS 7: Apple fissa il termine per l’aggiornamento delle app

E’ stato confermato, in un recente comunicato, il giorno 1 febbraio come termine ultimo per aggiornare le app attualmente disponibili su App Store, portandole ad una versione compatibile con iOS 7.

app store logo

L’intento è quello di condurre tutti gli sviluppatori ad adottare la nuova filosofia di casa Apple, basata sul rinnovamento continuo e lo sviluppo di nuove idee.

I developer che non hanno ancora proposto la nuova versione della propria applicazione, possono comunque proseguire con l’ottimizzazione fino al 31 gennaio, limite entro il quale bisognerà presentare l’aggiornamento per non rischiare di perdere la propria presenza nel catalogo.

Apple: Cina al sicuro, rimossa l’app OpenDoor

Ancora tutt’oggi, in Cina la censura è assai diffusa. Per questo, la Apple ha deciso di rimuovere l’app OpenDoor dall’AppStore.

apple cina

Si tratta di una scelta che mette in risalto l’azienda di Cupertino in un territorio che non è particolarmente aperto alle novità estere, nemmeno quando si tratta di grandi compagnie.

La Mela ha rimosso l’applicazione OpenDoor, poiché permette di navigare sul web con ip straniero. Tuttavia, esistono molte altre alternative per farlo.

Secutor: app rifiutata da Apple “sicura ma poco divertente”

In queste ore, una vicenda bizzarra sta facendo il giro del mondo; il protagonista è Tony Yustein, affermato programmatore, il quale si è visto rifiutare un’applicazione da Apple perché poco divertente.

secutor apple

In molti penseranno che la scelta di Apple sia abbastanza comprensibile, ma bisogna esaminare la questione da una diversa prospettiva.

Yustein ha programmato una nuova app, chiamata “Secutor“, che permette di criptare i propri dati via email con una chiave di sicurezza RSA asimmetrica a 2048 bit (praticamente invalicabile).

Apple: aumentano i prezzi delle app in Europa

Dalle ultime voci arrivate sul mondo Apple, sembra che presto cambieranno le soglie proposte dalla Mela ai suoi sviluppatori, che porteranno ad un aumento dei prezzi.

App Store hd logo

Le app costeranno di più in Europa, una mossa decisa in queste settimane da Apple per ottenere, probabilmente, un maggior guadagno da questo settore, che non accenna a subire crisi, anzi risulta in continua crescita.

La motivazione ufficiale riguarda l’allineamento dei prezzi degli App Store di tutto il mondo, con le soglie di quello americano.

App Store: ora avrà le notifiche pop up

Alcuni utenti hanno segnalato che su App Store è arrivata una novità interessante, che permetterà di ricevere notifiche molto utili.

app store notifica

Sull’icona di App Store, molti utenti Apple hanno visto apparire un numerino in pop up; da oggi selezionando l’icona è possibile scegliere se aggiornare le applicazioni, delle quali è disponibile un aggiornamento, oppure disertare l’invito e proseguire con l’attuale versione delle app scaricate.

Una novità interessante che permette ai possessori di iDevice Apple, di usufruire immediatamente delle versioni aggiornate delle applicazioni, garantendosi nuovi contenuti e ottimizzazioni varie.

App Store: quanto spendono gli utenti all’anno?

In una recente analisi, Asymco.com, ha rivelato quale sia il limite medio di spesa che gli utenti Apple sono disposti a fare per l’acquisto di nuovo applicazioni.

App Store Logo

Dal rapporto si evince che gli utenti Apple hanno una media di 40 dollari l’anno spesi per l’acquisto di nuovo applicazioni, una soglia che lascia intendere come il mercato delle app sia prioritario per il fatturato della Mela. Nonostante una mole di download più bassa App Store supera Google Play ( e tutti gli altri store virtuali) per fatturato.

App Store: 10 mila dollari per il download numero 50 miliardi

Apple sta per raggiungere un traguardo importante su App Store, tra qualche ora potrebbe infatti essere superato il download numero 50 miliardi, occasione importante anche per i clienti.

50 miliardi app store

Apple, come già fatto in passato, incentiva l’acquisto di applicazioni su App Store regalando all’utente che acquisterà l’app numero 50 miliardi, un buono d’acquisto di 10 mila dollari. Una iniziativa che ha subito raccolto il favore di molti utenti, decisi a sfidare la fortuna acquistando una applicazione. Una sorta di lotteria Apple, che garantirà una impennata nell’acquisto di contenuti multimediali.

Apple aggiunge la fascia di età alle applicazioni

Molti genitori avevano espresso la loro preoccupazione in merito alla possibilità che i figli scaricassero dei contenuti non adatti alla loro età, chiedendo ad Apple di limitare i download.

app store tag età

L’azienda di Cupertino non ha ignorato la richiesta ed ha deciso di lavorare sul proprio App Store, inserendo la classificazione per fascia d’età.

Apple: rimborsa i genitori per le app acquistate dai minori

Apple ha intenzione di promuovere una soluzione a favore della restituzione delle somme spese dai bambini per l’acquisto di app senza autorizzazione dei genitori.

App Store

La vicenda si è sviluppata a causa di una class action che i genitori hanno intrapreso a favore di maggiori controlli su contenuti e modalità di acquisto per i contenuti su App Store. Apple da parte sua, avrebbe intenzione di “risarcire” la parte lesa con un rimborso simbolico, a patto però che la protesta nei confronti della società abbia fine.