Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

iWatch: se non arrivasse entro 60 giorni, Apple potrebbe soccombere | Apple Rumors
forum apple

iWatch: se non arrivasse entro 60 giorni, Apple potrebbe soccombere

Arriva, dagli Stati Uniti, una notizia non molto positiva per i fan della Mela: gli analisti, infatti, non hanno dubbi sul fatto che, se l’azienda di Cupertino non rilasciasse un iWatch entro i prossimi 60 giorni, rischierebbe di soccombere sul mercato.

iWatch

Non rimane più molto tempo per aspettare: la Apple dovrà rilasciare il suo iWatch entro due mesi, o rischierà di essere travolta da una parabola discendente, che la porterà a soccombere sul mercato. È questa un’ipotesi funesta elaborata da Trip Chowdhry, analista per Global Equities Research.

«Hanno solo 60 giorni per presentare qualcosa altrimenti scompariranno. Ci vorranno anni affinché i 130 miliardi in cash di Apple svaniscano, ma diverrà una compagnia irrilevante… diverrà uno zombie, se non rilascerà presto un iWatch».

L’analista sembra convinto che la Apple non stia applicando la giusta strategia nel settore smartwatch. Si tratta, infatti, di un mercato in esponenziale crescita, spinto ultimamente anche dall’intervento di Google, il quale ha presentato un sistema operativo ottimizzato per orologi. Cupertino, dunque, dovrà accelerare i lavori in corso per non vedersi tolta l’utenza dai concorrenti, già tutti pronti ad invadere il settore.

Altri analisti, inoltre, sembrano essere dello stesso avviso, seppur non abbiano visioni apocalittiche come quella citata in precedenza. Rob Cihra, di Evercore Partners, dichiara:

«Le pressioni arrivano da società come FitBit e Jawbone. Queste compagnie stanno creando dei device e costruendo un ecosistema attorno a questi dispositivi indossabili, Apple vorrà certamente misurarsi con tali prodotti.»

Tuttavia, ciò che gli esperti di mercato non colgono è come la Apple raramente insegua la concorrenza: l’azienda ha sempre avuto ritmi suoi, indipendentemente dalle pressioni altrui. Inoltre, stando ai rumors, iWatch sembra distinguersi dai dispositivi concorrenti grazie a features non disponibili oggi sul mercato (dall’inclinazione biometrica a una lunga lista di sensori pensati per la salute): può, perciò, temporeggiare grazie al suo vantaggio competitivo.

Se iWatch risultasse davvero un device unico e rivoluzionario, conquisterà la sua quota di mercato anche giungendovi in ritardo rispetto ai rivali. Non resta che attendere le prossime mosse dalla California: il dispositivo in oggetto è atteso per la seconda metà dell’anno, quindi ben oltre quella scadenza forzata teorizzata da Chowdhry.

Categorie: iWatch - Immagini e data d'uscita - Tag: