Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Tim Cook non era d'accordo con Steve Jobs nel fare causa a Samsung | Apple Rumors
forum apple

Tim Cook non era d’accordo con Steve Jobs nel fare causa a Samsung

Apple e Samsung, i due colossi del mercato tecnologico si sfidano da anni a colpi di dispositivi e cause legali, col tempo sono diventati i maggiori produttori di smartphone e tablet del mondo e non sembrano avere intenzione di smorzare la loro rivalità.

samsung vs apple

Nel 2011 all’interno dell’azienda di Cupertino , quando si decise di citare in giudizio Samsung per aver copiato i device della Mela, qualcuno non era d’accordo, chi? L’attuale CEO Tim Cook.

Ma torniamo indietro, nel 2055 Apple scelte di avviare una partnership con l’azienda sudcoreana poiché questa aveva il 50% del mercato Nand Flash ed Apple stava proprio cercando un fornitore stabile per le memorie flash dei suoi device.

Da questa alleanza entrambe le società hanno tratto molti vantaggi economici e questo nessuno lo mette in dubbio; nel 2010 Samsung introduce sul mercato il Galaxy S e il sistema operativo Android, secondo Steve Jobs e Tim Cook questo però era molto simile all’iPhone, ma Samsung apportò delle modifiche al dispositivo.

Ma in seguito nel 2011 fu rilasciato il Galaxy Tab, un chiaro rifacimento dell’iPad e in casa Cupertino non la presero affatto bene; Tim Cook si oppose a citare in giudizio Samsung  per evitare di incrinare il rapporto di collaborazione tra le due aziende.

Steve Jobs però aveva perso la pazienza e sospettando che Samsung si proteggesse dietro il suo essere fornitore, decise di citarla in giudizio in Europa, Asia e Australia.

Le cause ovviamente hanno pesato sul rapporto tra le due aziende, Apple non può lasciare Samsung come produttore principale per le memorie, ma si è anche mossa verso altri produttori per componenti diversi come processori, display e accessori.

Insomma, che Tim Cook avesse ragione è ovvio, visto che attualmente le due aziende hanno continui problemi di collaborazione e non riescono ad accordarsi legalmente su niente.

 

Categorie: Apple - Tag: