Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Cosa aspettarci da iOS 6? | Apple Rumors
forum apple

Cosa aspettarci da iOS 6?

Ormai manca poco al WWDC 2012 che si terrà a giugno a San Francisco; secondo alcune fonti, Apple starebbe già testando le prime beta del nuovo aggiornamento per iOS.

iOS 6 Logo

La domanda che più ci assilla è questa: quali novità verranno introdotte in iOS 6?
Ecco dunque elencate alcune novità che potrebbero essere inserite nel nuovo iOS.

– Toggles nel Centro Notifiche: iOS 5 ha portato su iPhone, iPad e iPod Touch il Centro Notifiche. Si tratta di un semplicissimo menu a tendina che raccoglie tutte le notifiche, che riceviamo in ordine cronologico, dalle app che abbiamo installato sul nostro dispositivo.

centro notifiche iphone

– Notifiche per aggiornamenti dell’App Store: come vedremo a breve su OS X Mountain Lion, Apple potrebbe rendere le notifiche dell’App Store ancora più carine e complete, inserendole nel centro notifiche.

– AirDrop su iOS: Airdrop è la funzione che è stata inserita in OS X Lion, serve per scambiare file tra un Mac e l’altro, il tutto senza cavi, sfruttando la rete Wi-Fi. Potrebbe infatti essere installato sul nuovo iOS così da permettere lo scambio di qualsiasi file da un iPhone, iPad ad un altro.

– Nuovo Multitasking in stile Mission Control: Apple dovrebbe ridisegnare completamente il Multitasking dei suoi dispositivi, rendendolo simile a Mission Control su Mac.

– iCloud: quando è stato rilasciato iOS 5, la vera novità è stata iCloud, grazie proprio a questa funzione, i nostri iDevice non hanno più bisogno del cavo per sincronizzarsi con iTunes. In particolare sarebbe gradito l’uso di iCloud sotto rete 3G e 4G (streaming foto e backup).

– Siri: da quando è stato lanciato assieme all’iPhone 4S, ad ottobre del 2011, Siri supporta ad oggi le seguenti lingue: inglese, tedesco, giapponese e francese. Potrebbe infatti con iOS 6 arrivare finalmente la lingua italiana. Naturalmente andrebbe rivisto e migliorato la dove serve, anche nelle funzionalità, e potrebbe essere integrato anche nelle app di terze.

Assistente Siri

– Widget: Apple nel nuovo aggiornamento di iOS potrebbe inserire dei nuovi widget per il centro notifiche: sarebbe bello che ogni applicazione sviluppata possa avere il suo widget personalizzato, così da rendere le notifiche push ancora più belle e complete.  Infatti al momento abbiamo solo Borsa e Meteo.

widget iOS 6

– Sfondi dinamici: una delle caratteristiche che Android ha da tempo è la possibilità di avere sulla schermata Home degli sfondi animati. Apple potrebbe inserirli nel nuovo iOS 6 rendendo così la Home Page e lo sblocco tastiera ancora più belli ed interessanti.

Sfondi stile Android

Noi vi abbiamo elencato alcune delle cose che maggiormente mancano su iOS, ora tocca voi. Diteci cosa manca secondo voi su iOS e che vorreste avere entro questa estate!

Lasciate un commento.

Categorie: iOS - Tag:
  • Mattia

    Non capisco perchè gli utenti iPhone sono così ossessionati dalle gigiate di Android. Compratevi uno smartphone Android allora.. sono solo puttanate che ti dimentichi di avere  dopo 2 settimane.

    • Pietrocorse

      Come quella dei temi intercambiabili: io ho un Nokia 5800, cambiare i toni lì è come cambiare sfondo sull’ipod, nel senso che se ti annoi di uno sfondo lo cambi su itouch, se ti annoi del tema su Nokia cambi il tema, poi non vedo perché uno dovrebbe cambiare il tema delle applicazioni: sono proprio belline! Se non ti piacciono le nascondi da qualche parte!

    • Magik

      Sono pienamente d’accordo con te… 
      Parole sante! 😉

  • Diego

    Per me mancano queste dieci cose:

    Mancano ancora alcuni mesi al rilascio ufficiale di iOS 6 e per ora non si conoscono ancora quelle che saranno le novità del prossimo major update del software di sistema di iPhone, iPod touch e iPad. Tuttavia si ipotizza che Apple abbia già avviato i primi test di iOS 6 internamente: non a caso qualche settimana fa furono individuati dei dispositivi che utilizzavano particolari applicazioni dell’App Store su questa versione del firmware. In attesa del rilascio della prima beta pubblica di iOS 6, iPhoneItalia vuole analizzare con voi quelle che sono le dieci novità più attese che potrebbero essere disponibili in iOS 6. Se siete interessati, continuate la lettura di questo articolo.

    1. Toggles nel Centro Notifiche

    Con iOS 5.0 è stato introdotto su iPhone, iPod touch e iPad il Centro Notifiche. Tutti conoscete oggi il Centro Notifiche: si tratta di un semplicissimo menu a tendina che va a raccogliere, per rilevanza o in ordine cronologico, tutte le notifiche ricevute dalle applicazioni che avete installato sul vostro iPhone. In questo modo potrete tenere sempre sotto controllo tutti le vostre notifiche.

    Come potrebbe essere migliorato il Centro Notifiche in iOS 6? Prima di tutto Apple potrebbe introdurre i tanti richiesti pulsanti (toggles) per attivare e disattivare alcune funzionalità di base. Ci riferiamo, ad esempio, alle connessioni del dispositivo (WiFi, Bluetooth, 3G, ecc) oppure a scorciatoie rapide per la regolazione del volume, della luminosità o semplicemente per l’attivazione della modalità aereo. Oltre ai toggles, Apple potrebbe migliorare l’attuale Centro Notifiche stabilendo che quando si chiudono le notifiche da questa schermata le stesse risultino lette anche all’interno delle relative applicazioni, eliminando anche i badge numerici dalle icone interessate.

    2. Nuove notifiche per gli aggiornamenti dell’App Store

    Anche le notifiche degli aggiornamenti dell’App Store potrebbero subire delle variazioni: Apple potrebbe infatti riprendere le nuove notifiche integrate di OS X Mountain Lion ed integrarle anche in iOS 6, consentendo così di visualizzare la disponibilità dei singoli aggiornamenti direttamente dal Centro Notifiche del vostro dispositivo. Una soluzione molto più comoda che eviterebbe di aprire necessariamente l’App Store per controllare gli aggiornamenti.

    Alla visualizzazione delle notifiche di aggiornamento dell’App Store nel Centro Notifiche potrebbero affiancarsi delle nuove notifiche locali che potrebbero essere gestite dalle Impostazioni di iOS come se fossero relative ad una qualsiasi altra applicazione di sistema.

    3. AirDrop per iOS

    AirDrop è una nuova funzionalità che Apple ha introdotto sui Mac con OS X Lion e che consente di trasferire files senza fili da un Mac all’altro sfruttando una connessione WiFi. Apple ha da sempre reputato la tecnologia Bluetooth come un qualcosa di obsoleto e poco indicato per il trasferimento di files di medie e grandi dimensioni. AirDrop potrebbe quindi essere la soluzione “made in Apple” che consenta di trasferire files da un dispositivo all’altro senza fili.

    Il funzionamento di AirDrop su iOS potrebbe essere identico a quanto già visto sui Mac: per attivarlo non si dovrà far altro che accendere il WiFi sui due dispositivi (inviante e ricevente) e cliccare su un’apposita icona che Apple potrebbe inserire nelle applicazioni che supporteranno questa funzionalità. A questo punto inizierà una veloce scansione per trovare altri dispositivi che utilizzano AirDrop nelle vicinanze con i quali potrete scambiare liberamente i vostri files.

    4. Icone delle applicazioni dinamiche

    La Home di iOS ha senza dubbio bisogno di essere ringiovanita. Apple potrebbe farlo in iOS 6 introducendo le icone delle applicazioni dinamiche. Magari non tutte le applicazioni supporteranno questa piccola caratteristica, ma che ne direste se l’applicazione Calendario avesse un’animazione per il passaggio da un giorno all’altro? E se Meteo cambiasse icona a seconda della temperatura e del clima locale? E se Orologio mostrasse l’ora corrente piuttosto che un orologio statico?

    Si tratterebbe quindi di una soluzione molto carina che non snaturerebbe la schermata Home.

    5. Nuovo Multitasking in stile Mission Control

    Esattamente un anno fa si diffusero alcune immagini e due video in cui veniva mostrato un misterioso sistema operativo in funzione su un iPhone. Nel video si potevano osservare alcune profonde differenze grafico-funzionali tra questa versione di iOS e iOS 4 (all’epoca l’ultimo firmware disponibile era il 4.3.5): Spotlight e il Multitasking erano ora una cosa sola, esattamente come Mission Control su OS X Lion.

    Se l’autenticità delle immagini e dei video emersi un anno fa non è mai stata confermata o smentita con decisione, non è comunque da escludere che Apple stia lavorando ad una nuova soluzione per il Multitasking (e non solo) su iOS. In un’ottica di ricongiungimento tra il mondo degli iDevices e quello dei Mac un “iMission Control” con le caratteristiche viste in precedenza avrebbe senso di esistere.

    6. Migliorie per iCloud

    Diciamocelo: la vera novità di iOS 5 è stata proprio iCloud, un servizio nato dalle ceneri di MobileMe che ha cambiato profondamente le nostre abitudini. Adesso non è più necessaria la connessione tramite cavo dei dispositivi iOS ad un PC o a un Mac per sincronizzare le informazioni tra questi terminali. Il tutto avviene in modo automatico e in tempo reale.

    Quali miglioramenti potrebbe apportare iOS 6 ad iCloud? Prima di tutto Apple potrebbe scegliere di sbloccare alcune funzioni ora limitate alla connettività WiFi anche su rete 3G/4G (Streaming Foto e backup); iOS 6 potrebbe inoltre offrire una maggiore integrazione system-based con iCloud: pensate ad esempio alla possibilità di sincronizzare le impostazioni tra più dispositivi.

    7. Siri integrato con le applicazioni terze

    Siri. Nota dolente per noi italiani. Ad oggi l’assistente vocale dell’iPhone 4S è stato rilasciato unicamente in lingua inglese, francese, tedesca e giapponese. Per ottenere il supporto all’italiano si dovrà probabilmente attendere il rilascio di iOS 6.

    Siri potrebbe essere migliorato anche nelle funzionalità, perfezionando quelle già esistenti ed introducendone di nuove. L’assistente potrebbe anche essere integrato nelle applicazioni terze per offrire una maggiore versatilità di utilizzo.

    8. Nuovi widget

    I primi widget sono stati introdotti in iOS 5 e sono attualmente solo due: Meteo e Borsa. Questi due widget possono essere utilizzati unicamente all’interno del Centro Notifiche e difficilmente potranno essere inseriti nella Home di iOS 6. La novità in termini di widget potrebbe essere data dall’introduzione di nuovi elementi dedicati ad alcune applicazioni di sistema e non.

    Apple potrebbe offrire agli sviluppatori la possibilità di allegare un widget personalizzato alle loro applicazioni rilasciando apposite API. In questo modo applicazioni come Facebook, Twitter ma anche software più semplici avrebbero la loro sezione nel Centro Notifiche che darebbe accesso immediato ad un numero limitato di funzioni, esattamente come su Android.

    9. Sfondi dinamici

    Una caratteristica presente su Android e ancora assente in iOS sono gli sfondi dinamici. Nell’ottica di un restyling della schermata Home, Apple potrebbe introdurre la possibilità di utilizzare sfondi dinamici su iPhone, iPod touch e iPad, magari solo sui nuovi dispositivi dotati di chip grafico più potente per evitare di rallentare l’intero sistema operativo.

    Gli sfondi dinamici sono già stati “testati” tramite vie non ufficiali su iPhone e i risultati sono parsi soddisfacenti. Che Apple ci stia pensando seriamente? Lo scopriremo tra qualche mese.

    10. File manager

    Il filme manager è da sempre una funzione richiesta, e purtroppo ancora assente, in iOS. Molti criticano da sempre l’assenza di un programma, di un’applicazione che permetta di gestire i files di sistema su iPhone. Questa mancanza non è avvertita da altri utenti. In ogni caso sarà difficile vedere un vero e proprio file manager in iOS 6, anche se questa ipotesi resta sempre viva di anno in anno.

    Anche in questo caso, ad aprile di un anno fa, era stato realizzato un concept di questa funzione integrata nella schermata Home di iOS: in realtà si trattava più di un “File sharing” integrato nelle singole applicazioni, ma l’idea di base era buona e non poi così improponibile. Vedremo se Apple introdurrà qualcosa di simile nel prossimo aggiornamento di iOS.

    Sarebbe fichissimo…

    Infatti tutte queste sono vere!!!

  • Miticodieghito

    Mancano ancora alcuni mesi al rilascio ufficiale di iOS 6 e per ora non si conoscono ancora quelle che saranno le novità del prossimo major update del software di sistema di iPhone, iPod touch e iPad. Tuttavia si ipotizza che Apple abbia già avviato i primi test di iOS 6 internamente: non a caso qualche settimana fa furono individuati dei dispositivi che utilizzavano particolari applicazioni dell’App Store su questa versione del firmware. In attesa del rilascio della prima beta pubblica di iOS 6, iPhoneItalia vuole analizzare con voi quelle che sono le dieci novità più attese che potrebbero essere disponibili in iOS 6. Se siete interessati, continuate la lettura di questo articolo.

    1. Toggles nel Centro Notifiche

    Con iOS 5.0 è stato introdotto su iPhone, iPod touch e iPad il Centro Notifiche. Tutti conoscete oggi il Centro Notifiche: si tratta di un semplicissimo menu a tendina che va a raccogliere, per rilevanza o in ordine cronologico, tutte le notifiche ricevute dalle applicazioni che avete installato sul vostro iPhone. In questo modo potrete tenere sempre sotto controllo tutti le vostre notifiche.

    Come potrebbe essere migliorato il Centro Notifiche in iOS 6? Prima di tutto Apple potrebbe introdurre i tanti richiesti pulsanti (toggles) per attivare e disattivare alcune funzionalità di base. Ci riferiamo, ad esempio, alle connessioni del dispositivo (WiFi, Bluetooth, 3G, ecc) oppure a scorciatoie rapide per la regolazione del volume, della luminosità o semplicemente per l’attivazione della modalità aereo. Oltre ai toggles, Apple potrebbe migliorare l’attuale Centro Notifiche stabilendo che quando si chiudono le notifiche da questa schermata le stesse risultino lette anche all’interno delle relative applicazioni, eliminando anche i badge numerici dalle icone interessate.

    2. Nuove notifiche per gli aggiornamenti dell’App Store

    Anche le notifiche degli aggiornamenti dell’App Store potrebbero subire delle variazioni: Apple potrebbe infatti riprendere le nuove notifiche integrate di OS X Mountain Lion ed integrarle anche in iOS 6, consentendo così di visualizzare la disponibilità dei singoli aggiornamenti direttamente dal Centro Notifiche del vostro dispositivo. Una soluzione molto più comoda che eviterebbe di aprire necessariamente l’App Store per controllare gli aggiornamenti.

    Alla visualizzazione delle notifiche di aggiornamento dell’App Store nel Centro Notifiche potrebbero affiancarsi delle nuove notifiche locali che potrebbero essere gestite dalle Impostazioni di iOS come se fossero relative ad una qualsiasi altra applicazione di sistema.

    3. AirDrop per iOS

    AirDrop è una nuova funzionalità che Apple ha introdotto sui Mac con OS X Lion e che consente di trasferire files senza fili da un Mac all’altro sfruttando una connessione WiFi. Apple ha da sempre reputato la tecnologia Bluetooth come un qualcosa di obsoleto e poco indicato per il trasferimento di files di medie e grandi dimensioni. AirDrop potrebbe quindi essere la soluzione “made in Apple” che consenta di trasferire files da un dispositivo all’altro senza fili.

    Il funzionamento di AirDrop su iOS potrebbe essere identico a quanto già visto sui Mac: per attivarlo non si dovrà far altro che accendere il WiFi sui due dispositivi (inviante e ricevente) e cliccare su un’apposita icona che Apple potrebbe inserire nelle applicazioni che supporteranno questa funzionalità. A questo punto inizierà una veloce scansione per trovare altri dispositivi che utilizzano AirDrop nelle vicinanze con i quali potrete scambiare liberamente i vostri files.

    4. Icone delle applicazioni dinamiche

    La Home di iOS ha senza dubbio bisogno di essere ringiovanita. Apple potrebbe farlo in iOS 6 introducendo le icone delle applicazioni dinamiche. Magari non tutte le applicazioni supporteranno questa piccola caratteristica, ma che ne direste se l’applicazione Calendario avesse un’animazione per il passaggio da un giorno all’altro? E se Meteo cambiasse icona a seconda della temperatura e del clima locale? E se Orologio mostrasse l’ora corrente piuttosto che un orologio statico?

    Si tratterebbe quindi di una soluzione molto carina che non snaturerebbe la schermata Home.

    5. Nuovo Multitasking in stile Mission Control

    Esattamente un anno fa si diffusero alcune immagini e due video in cui veniva mostrato un misterioso sistema operativo in funzione su un iPhone. Nel video si potevano osservare alcune profonde differenze grafico-funzionali tra questa versione di iOS e iOS 4 (all’epoca l’ultimo firmware disponibile era il 4.3.5): Spotlight e il Multitasking erano ora una cosa sola, esattamente come Mission Control su OS X Lion.

    Se l’autenticità delle immagini e dei video emersi un anno fa non è mai stata confermata o smentita con decisione, non è comunque da escludere che Apple stia lavorando ad una nuova soluzione per il Multitasking (e non solo) su iOS. In un’ottica di ricongiungimento tra il mondo degli iDevices e quello dei Mac un “iMission Control” con le caratteristiche viste in precedenza avrebbe senso di esistere.

    6. Migliorie per iCloud

    Diciamocelo: la vera novità di iOS 5 è stata proprio iCloud, un servizio nato dalle ceneri di MobileMe che ha cambiato profondamente le nostre abitudini. Adesso non è più necessaria la connessione tramite cavo dei dispositivi iOS ad un PC o a un Mac per sincronizzare le informazioni tra questi terminali. Il tutto avviene in modo automatico e in tempo reale.

    Quali miglioramenti potrebbe apportare iOS 6 ad iCloud? Prima di tutto Apple potrebbe scegliere di sbloccare alcune funzioni ora limitate alla connettività WiFi anche su rete 3G/4G (Streaming Foto e backup); iOS 6 potrebbe inoltre offrire una maggiore integrazione system-based con iCloud: pensate ad esempio alla possibilità di sincronizzare le impostazioni tra più dispositivi.

    7. Siri integrato con le applicazioni terze

    Siri. Nota dolente per noi italiani. Ad oggi l’assistente vocale dell’iPhone 4S è stato rilasciato unicamente in lingua inglese, francese, tedesca e giapponese. Per ottenere il supporto all’italiano si dovrà probabilmente attendere il rilascio di iOS 6.

    Siri potrebbe essere migliorato anche nelle funzionalità, perfezionando quelle già esistenti ed introducendone di nuove. L’assistente potrebbe anche essere integrato nelle applicazioni terze per offrire una maggiore versatilità di utilizzo.

    8. Nuovi widget

    I primi widget sono stati introdotti in iOS 5 e sono attualmente solo due: Meteo e Borsa. Questi due widget possono essere utilizzati unicamente all’interno del Centro Notifiche e difficilmente potranno essere inseriti nella Home di iOS 6. La novità in termini di widget potrebbe essere data dall’introduzione di nuovi elementi dedicati ad alcune applicazioni di sistema e non.

    Apple potrebbe offrire agli sviluppatori la possibilità di allegare un widget personalizzato alle loro applicazioni rilasciando apposite API. In questo modo applicazioni come Facebook, Twitter ma anche software più semplici avrebbero la loro sezione nel Centro Notifiche che darebbe accesso immediato ad un numero limitato di funzioni, esattamente come su Android.

    9. Sfondi dinamici

    Una caratteristica presente su Android e ancora assente in iOS sono gli sfondi dinamici. Nell’ottica di un restyling della schermata Home, Apple potrebbe introdurre la possibilità di utilizzare sfondi dinamici su iPhone, iPod touch e iPad, magari solo sui nuovi dispositivi dotati di chip grafico più potente per evitare di rallentare l’intero sistema operativo.

    Gli sfondi dinamici sono già stati “testati” tramite vie non ufficiali su iPhone e i risultati sono parsi soddisfacenti. Che Apple ci stia pensando seriamente? Lo scopriremo tra qualche mese.

    10. File manager

    Il filme manager è da sempre una funzione richiesta, e purtroppo ancora assente, in iOS. Molti criticano da sempre l’assenza di un programma, di un’applicazione che permetta di gestire i files di sistema su iPhone. Questa mancanza non è avvertita da altri utenti. In ogni caso sarà difficile vedere un vero e proprio file manager in iOS 6, anche se questa ipotesi resta sempre viva di anno in anno.

    Anche in questo caso, ad aprile di un anno fa, era stato realizzato un concept di questa funzione integrata nella schermata Home di iOS: in realtà si trattava più di un “File sharing” integrato nelle singole applicazioni, ma l’idea di base era buona e non poi così improponibile. Vedremo se Apple introdurrà qualcosa di simile nel prossimo aggiornamento di iOS.

    Tutto questo è vero!!!!!!!!

  • Paz

    Sostanzialmente c vogliono 3 cose:

    1) un maledettissimo phone suite stile nokia che mi xmetta d mandare sms da pc…. E dato che è della apple d cui parliamo anche telefonare dal pc tramite iphone….
    2) migliore gestione dei processi e scrivere almeno 1 cosa vera nei commit degli aggiornamenti ( cazzata,,, aggiornamento ad ios 5.1 porta ottimizzazione batteria… A me dura di meno post aggiornamento!!!)
    3) abbassarei prezzi !!!! Con lo stesso prezzo di imac 21,5″ mi faccio un amd opteron 12 core cn 16 gb di ram ed un hd da 1 tb che cn una distro d linux posso mandare in orbita e gestire 200 shuttle contemporaneamente !!!!!!!!!!

    Chiedo poco in fondo!!!!