Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Dieci anni fa Torvalds ricevette un'offerta di lavoro da Apple | Apple Rumors
forum apple

Dieci anni fa Torvalds ricevette un’offerta di lavoro da Apple

Un articolo apparso su Wired Linux, Torvalds ricevette un offerta di lavoro da parte di Apple circa dieci anni fa, che lo voleva per lavorare su Unix per MacOS, ma lui rifiutò l’offerta perché tra le condizioni c’era l’abbandono ad ogni attività legata a Linux.

fondatore linux torvalds

Se la scelta di Torvalds è stata dettata dalla sua passione per Linux o per l’inadeguatezza dell’offerta questo non ci è dato saperlo, ma sicuramente nel 2000, quando Apple si propose, non aveva ancora lanciato i suoi prodotti di successo come l’iPhone e l’iPad, mentre era già stato realizzato il Bondi Blue iMac e ci si stava preparando per il rilascio di Mac OS X, il sistema operativo che si basava su tecnologie sviluppate da NeXT.

Torvalds evidentemente non era un fan di Mac OS e forse anche per questo motivo ha rifiutato senza pensare alle implicazioni economiche e ai guadagni che avrebbe potuto ottenere nel tempo.

C’è chi ha paragonato, per l’identica attenzione maniacale per i dettagli, Torvalds a Jobs e ci si domanda come sarebbe stato  vedere i due lavorare insieme anche se divisi da una forte visione del futuro dei computer.

Questo non lo sapremo mai, ma una domanda sorge spontanea: vedendo dove oggi Apple è arrivata, Torvalds non avrà avuto,anche se per un solo istante, un pò di rimorso?

Categorie: Apple - Tag:
  • anonimoconosciuto

    la vita non è fatta solo di denaro e speculatori.
    tendere a sottolineare che la apple non aveva ancora sfornato i suoi prodotti di punta e che quindi torvalds non sapeva che guadagno potesse avere, mi sembra alquanto di cattivo gusto. se voleva farsi i soldi – in ogni caso non penso sia un morto di fame – li poteva fare comunque. il progetto linux dimostra che dietro c’è anche ben altro.

    jobs è stato un uomo con indubbie capacità. ma non facciamo di lui un filantropo. era un capitalista, uno che al profitto ci teneva (e quindi da contestare)… ed i prezzi lo dimostrano. questo non significa denigrare i suoi prodotti da un punto di vista qualitativo. ed infatti non lo faccio.