Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Ricaricare l’iPhone con una cover a pannelli solari | Apple Rumors
forum apple

Ricaricare l’iPhone con una cover a pannelli solari

Ci sono alcuni momenti in cui diventa assolutamente necessario ricaricare l’iPhone, ma immancabilmente non risulta nessuna presa di corrente vicino a noi.

ricaricare iphone

In tali situazioni si potrebbe ripiegare per una batteria di riserva, oppure affidarsi ad una cover per iPhone composta da pannelli solari. In questo modo potremmo ricaricare l’iPhone ovunque ci troviamo.

La cover a pannelli solari è stata realizzata dalla società Etòn e prende il nome di Mobius.

Mobius ha una capacità di circa 1800 mAh e può essere posizionata sotto la luce diretta del sole per ricaricare la batteria del vostro iPhone. Etòn raccomanda di non allungare troppo i tempi di ricarica in quanto l’iPhone, come qualsiasi telefono cellulare, potrebbe reagire male all’esposizione prolungata del sole.

Un’ora di luce solare è sufficiente per aiutarvi ad uscire da situazioni sgradevoli. Un’ora di ricarica fornisce circa 25 minuti di autonomia di conversazione, 20 minuti di utilizzo internet 3G, 35 minuti di riproduzione video e 145 minuti di riproduzione audio.

La cover è disponibile sia in bianco che in nero, come l’iPhone d’altronde.

Anche se la Mobius non è una cover da utilizzare per la vita di tutti i giorni, è comunque un valido strumento che può tornare utile in caso di emergenze. Una specie di salvagente per voi e il vostro iPhone.

Categorie: iPhone - Tag:
  • FabioBietto93

    Ma nessuno mi spiega come mai non vi si è più visti per una settimana??

    • Cristian

      Ciao Fabio,
      abbiamo avuto problemi con l’hosting presso il quale ci affidavamo, tant’e’ che ci ha bloccato poi il sito.
      Ci siamo subito mobilitati per provvedere al trasferimento presso un’altro provider e cosi, dopo circa una settimana (tempi burocratici di trasferimento), siamo finalmente di nuovo online.

      • FabioBietto93

        okok non vi preoccupate 🙂 scusate il tono ma sembrava strano che nessuno dicesse nulla. Grazie mille per il chiarimento ^^