Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

L'Antitrust controlla i prezzi degli eBook | Apple Rumors
forum apple

L’Antitrust controlla i prezzi degli eBook

Secondo il Dipartimento di Giustizia Americana, vi sarebbe la possibilità che alcune società coinvolte nella distribuzione degli eBook si siano messe d’accordo per fissare i prezzi sotto banco, e tra le accusate ci sarebbe anche Apple.

iPad eBook Apple

A dare la notizia è il Wall Street Journal con un recente articolo, in cui si apprende che Apple e cinque case editrici, quali HarperCollins Publishers, Hachette Book Group, Macmillan Publishers, Penguin Group e Simon & Schuster, saranno presto oggetto delle attenzioni dell’Antitrust con l’accusa di aver manomesso i prezzi del mercato degli eBook.

Alcune di queste società avrebbero già iniziato a tenere dei colloqui preventivi per evitare schermaglie legali e rischi collegati alla possibile sentenza, infatti, una sconfitta porterebbe una reazione a catena sull’intero settore, con un conseguente abbassamento dei prezzi.

All’origine del problema ci sarebbe niente di meno che il modello economico scelto da Steve Jobs:

Mentre Apple si preparava a introdurre il primo iPad, Steve Jobs -e poi il CEO successivo- suggerì di passare ad un “agency model” che conferiva agli editori il diritto di scegliere il prezzo del libro, da cui Apple avrebbe trattenuto il 30%. Si era anche accordata affinché gli editori non vendessero i medesimi libri altrove a prezzo inferiore. “Abbiamo detto agli editori ‘usiamo il modello agenzia’, in cui voi regolate il prezzo e noi prendiamo il 30%, e sì, i clienti pagheranno un po’ di più, ma questo è quello che volete comunque, no?”

Questo è quanto ha scritto Walter Isaacson nella biografia di Steve.

Categorie: Apple - Tag:
  • Se è Apple che fa certe cose (qualunque esse siano) rischia l’incriminazione per qualche reato….
    Se è la concorrenza a farle, invece, si fa il possibile per insabbiare tutto e si nega pure l’evidenza.
    Perchè questa disparità di trattattamento?
    Perchè due pesi e due misure?