Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Apple: always innovation? | Apple Rumors
forum apple

Apple: è davvero sempre innovazione?

Mac Mini

Qualche settimana fa, in un articolo che abbiamo sottoposto ad Apple, ci siamo interrogati su cosa mancasse per rendere gli iDevice realmente indipendenti dai Mac e da iTunes (in sostanza un vero e proprio File Manager integrato con Safari e lo sblocco del Camera Connection Kit su iPad – e magari anche su iPhone/iPod touch). Qualche apertura da parte di Apple è arrivata grazie a delle segnalazioni di RazorFly che abbiamo riportato e che parlano di un download manager nativo in Safari Mobile per iOS 5.

Proseguendo sulla strada di valutazione critica dei pregi e dei difetti della casa di Cupertino, la recente dismissione del SuperDrive dai Mac Mini 2011 ci ha lasciato quanto meno [molto] perplessi, tanto da spingerci a scrivere nuovamente ad Apple.

Apple si vanta di essere l’azienda che ha maggiormente a cuore la soddisfazione dei propri clienti. Speriamo non solamente di quelli statunitensi, dove il mercato dello streaming video e del noleggio online è infinitamente più sviluppato che in Europa e soprattutto in Italia.

Prima di tutto: perché togliere il SuperDrive da un computer destinato a un uso prettamente domestico?  Comprendiamo l’assenza del SuperDrive dai MacBook Air (esiste il lettore esterno a 79 € come esiste la possibilità di condividere l’unità ottica di un altro Mac), ma perché toglierlo da un apparecchio perfetto per la riproduzione di DVD home-video? Non può sfuggire il nesso tra rimozione del drive e la sempre maggiore spinta di Apple verso il mercato del noleggio/acquisto di film online.

Non c’è solo questo di negativo: il SuperDrive poteva anche essere usato per ‘rippare’ CD audio legalmente acquistati per poterli inserire nella propria libreria iTunes o per masterizzare brani da iTunes da ascoltare in auto se non si ha un’autoradio dotata di ingresso AUX. Inoltre, si cancella così anche la possibilità di masterizzare DVD dati o video (delle proprie produzioni realizzate con iMovie o iDVD) per tutti gli acquirenti  di Mac Mini e – purtroppo – pare che la tendenza sarà quella di procedere alla stessa maniera con le prossime generazioni di MacBook Pro e iMac (!).

A nostro personale e umilissimo parere, ci sembra deleterio, oltre che del tutto prematuro rispetto alle reali esigenze di milioni di utenti di personal computer nel mondo. Speriamo che Apple ci ripensi e reintroduca il SuperDrive con la prossima generazione di Mac Mini (forse un eventuale calo delle vendite rispetto alla generazione precedente potrebbe indurre a un ripensamento).

Già la mancanza del supporto al BluRay sui prodotti Apple ci sembra una gravissima castrazione in termini di fruizione della tecnologia multimediale da parte di Apple. Sappiamo che Steve Jobs ha sostenuto l’utilizzo di BluRay da parte di Disney-Pixar per quel che concerne il mercato dell’Home Video e non comprendiamo come possa lasciare che oggi come oggi, per vedersi un BluRay su un Mac, si debba installare Windows con un lettore BR esterno, mentre anche l’authoring BluRay richiede masterizzatori esterni speciali. Quasi certamente l’avversione di Jobs per il sistema anticopia DRM è all’origine del blocco di BR sui prodotti Apple ma a questo proposito ci viene da chiederci come mai altri produttori – molto meno ricchi di Apple – abbiano acconsentito agli accordi con Sony.

Il mercato dello streaming online non potrà mai completamente sostituire quello dei supporti fisici, data l’infrastruttura della Rete, specialmente in Paesi come l’Italia e un segnale BR che esce a 200HZ da un lettore ottico non sarà mai eguagliabile da uno streaming, fosse anche a 1080p. Un lettore BluRay in opzione sui Mac sarebbe una vera chicca e non costringerebbe molti amanti dell’alta definizione all’acquisto di PC della concorrenza. Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti.

ENGLISH VERSION (to be submitted to Apple):

A few weeks ago, in an article we submitted to Apple, we asked what was missing to make the iDevice truly independent from Macs and iTunes (basically a real File Manager Integrated with Safari and the release of the Camera Connection Kit for iPad – and maybe even on the iPhone / iPod touch). Perhaps, as RazorFly maintains, there will be a File Manager in Safari for iOS 5 (we still don’t know if also capable to upload files on Web, as needed for blog publishing).

Continuing on the road to critically assess the strengths and weaknesses of the house of Cupertino, the recent dismiss of the SuperDrive on 2011 Mac Mini left us [very] perplexed, so much to push us to write back to Apple.

Apple boasts to be the company that cares more for the satisfaction of its customers. We hope not only the US ones, where the market for video streaming and online rental is infinitely more developed than in Europe, especially in Italy.

First of all, why remove the SuperDrive from a computer intended for purely domestic use? We understand the absence on the MacBook Air  and even on Mac Mini Server (there is the external drive to 79 € as the possibility  to share the optical drive of another Mac), but why take it from a machine perfect for home video DVD playback? Cannot be avoided the link between the removal of the drive and the increasing pressure from Apple to push the rental/purchase online movie market.

That’s not all about the negative: the SuperDrive could also be used to ‘rip’ audio CDs legally purchased to put them into your iTunes library, or to burn songs from iTunes to play in your car if you do not have a car radio with its own AUX entrance.

In addition, SuperDrive can also burn data or video DVDs (​of customers’ iMovie or iDVD productions) and this will be not possible for all 2011 buyers of the Mac Mini and – unfortunately – it seems that the tendency will be going to proceed in the same way with the next generations of MacBook Pro and iMac (!).

In our humble opinion, this seems deleterious, as well as completely premature compared to the real needs of millions of PC users worldwide. We hope that Apple will rethink and re-introduce the SuperDrive with the next-generation of Mac Mini (perhaps an eventual decline in sales over the previous generation could lead a rethink).

Already the lack of support for BluRay on Apple products seems a severe castration in terms of the use of multimedia technology by Apple customers. We know that Steve Jobs has supported the use of BluRay by Disney-Pixar for what concerns the market of home video and we do not understand how he can leave that today, to see a BluRay on a Mac, you must install Windows with an external BR player, while also authoring BluRay requires special external burners.

Almost certainly, the aversion of Jobs for the DRM system is at the origin of the lack of BR on Apple products, but in this regard we are wondering why other manufacturers – much less rich than Apple – have consented to the agreements with Sony.

The market of online streaming will never completely replace the physical media, given the poor network infrastructure, especially in countries such as Italy. A digital signal coming out from a BR at 200 Hz will never be equaled by a stream, even at 1080p. A BluRay player as an option on Macs would be a real pearl, stopping to force many movie lovers to still buy a Windows PC.

Categorie: AppleMac mini - Tag: , , ,
  • Riccardocatalano_2000

    Ma quando sperate che vi rispondano?

    • IAndrea34

      Ma te che te frega?

      • IFranco88

        Mi associo ad iAndrea. Ci fossero siti così che si prodigano a non vedere sempre la luce in Apple. E a dirlo è il primo Fan Apple: presente ad ogni day one e possessore di quasi tutti i prodotti Apple. Ma quando si sbaglia si sbaglia… Bravi AppleRumors, anche se Apple non vi ascolterà, come si sul dire, una goccia dopo l’altra riempie il vaso.

    • ChiarApple

      Ecco perché l’Italia è un Paese vecchio e preistorico… nessuno azzarda.. loro ci hanno provato, che male c’è? 

  • IFanApple

    Ottimo articolo. Sono d’accordo davvero su svariati punti. Certe volte Apple perde qualche colpo…. vediamo se comunque le scelte prese porteranno lontano

    • IFranco88

      Si vero.. certe volte lo perde davvero il colpo… rimane comunque una grande azienda… ma a volte… :S

  • IFranco88

    “Già la mancanza del supporto al BluRay sui prodotti Apple ci sembra una gravissima castrazione”
    BRAVI, nient’altro d’aggiungere.

    • ChiarApple

      Anche a me spiace tanto non avere il bluray 🙁

  • FrancescoPia09

    La mancanza del disco sul Mac Mini 2011 è una vergogna. Come del bluray su tutti gli altri mac…

    • ChiarApple

      Come non darti ragione…

  • Napoletano90

    La mia risposta: 

    Apple: è davvero sempre innovazione?Si, ma non sempre! Vero?

    • Anonimo

      Assolutamente vero 🙂

  • ChiarApple

    Complimenti per l’articolo 🙂

  • Pingback: Apple: è davvero sempre innovazione? - Apple Rumors | iOS5 tutte le novità. | Scoop.it()

  • Giovannizurzolo

    Articolo intelligente e scritto da persona preparata.  I pc del futuro devono essere senza lettori di oggetti meccanici !  quindi privi di lettori cd/dvd. L’ unico che deve esistere ma come opzione esterna è il BLU RAY perchè lo steeming di 25 giga non  è praticabile. Quindi via i lettori meccanici da tutti ma un lettore/masterizzatore esterno opzionale Blu ray sarebbe desiderabilissimo. inoltre la usb deve diventare usb3!