Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Avete un MacBook bianco acquistato nel 2009-2010? Leggete | Apple Rumors
forum apple

Avete un MacBook bianco acquistato nel 2009-2010? Leggete

macbook bianco

Nel caso foste possessori di un MacBook bianco acquistato fra l’ottobre del 2009 e l’aprile del 2010, questo articolo potrebbe interessarvi. Apple ha comunicato ufficialmente che avvierà un programma di riparazione gratuita a tutti i MacBook bianchi acquistati nel periodo sopra citato che hanno problemi col rivesrimento inferiore difettoso. Infatti, in alcuni casi, il rivestimento di gomma che copre la parte inferiore del computer potrebbe staccarsi o comunque creare problemi all’utente.

macbook bottom

Se vi recate presso un Apple Retail Store o un rivenditore autorizzato, Apple sostituirà gratuitamente il case danneggiato a costo zero. Ottima alternativa anche quella di ordinare la parte di ricambio a casa in maniera del tutto gratuita. Ecco il link per esefuire questa operazione: link. Nel caso vorreste ricevere il prezzo di ricambio a casa dovrete specificare i vostri dati e il numero di seriale del vostro MacBook. Assieme alla parte di ricambio riceverete anche le viti, cacciative Philips e istruzioni; tutto a complete spese di Apple.

Infine, chi ha già sostituito il prezzo a spese proprie in questi mesi, potrà ottenere un rimborso da parte di Apple.

Categorie: FeaturedMacMacbook - Tag:
  • Umberto

    La Apple e’ un esempio di come vanno trattati i propri clienti. Per come e’ il cliente viene considerato e trattato pago sempre volentieri i prodotti magici di questa Azienda dal 1986. salutoni cecio

  • Maurizio

    Le politiche assistenziali relative ai servizi offerti non sono offerti a titolo gratuito dalla Croce Rossa, ma sono garantite dalla politica dei prezzi, generalmente nel caso Apple, iper-quotata (e comunque fuori mercato) rispetto al reale prezzo dell’hardware di mercato.
    Comunque, solo a titolo di informazione, ricordo che anche altre aziende effettuano politiche simili anche se si basano su quote assistenziali (Assistenza Tecnica) minori di 1/4 rispetto a quelle Apple.
    Il “Mac Book bianco” monta hardware che altre aziende utilizzavano nel 2008 e lo vendono al prezzo attuale di un notebook che monta hardware molto più performante … però c’è un importante differenza:

    Apple utilizza Mac OS X
    che utilizza Dio padre onnipotente, mentre gli idioti ignoranti utilizzano Windows 7 o Linux.

    Ma, se si considerano i costi reali dell’hardware il Mac OS X costa “n” volte in più rispetto a Windows 7 … senza parlare di Linux che è gratuito.

    Attualmente, sia il centro commerciale Saturn che Mediaworld vendono dei notebook a 399 euro che montano un hardware molto più performante del Mac Book Bianco … ora, gentile Sig. Umberto mi dica Lei quale politica di marketing assistenziale adotterebbe in questo caso.
    Le ricordo che possiamo tranquillamente disinstallare Windows 7 e cercare la strada maestra attraverso una prima fase di redenzione data da Linux … cosicché avremo anche in questo caso un notebook che non si blocca mai, supersicuro, e che sfrutta al massimo l’ottimizzazione hardware come non sanno fare in quel centro di dementi della Microsoft, ma al modico prezzo di 399 euro.

    Buona Giornata a tutti,

    Maurizio

  • Alexmac

    Maurizio

    a un commento come il tuo si potrebbe rispondere in molti modi, vediamo il più semplice:

    sui notebook non Apple esistono cose come:

    * case unibody
    * tastiera retroilluminata a dimensione piena
    *cavo di alimentazione MagSafe
    *magic trackpad o magic mouse con gestures multitouch
    *batteria che dura le ore dichiarate e almeno 1000 cicli di ricarica
    * raffreddamento che è ottimizzato e interviene solo quando il processore o la CPU sono sotto sforzo
    *suite comprese nel prezzo come iLife (iPhoto, iWeb, iMovie, iDvd, GarageBand) che permettono di fare un sacco di cose senza dover installare software aggiuntivo

    IMHO la spesa di un Mac (specialmente Mbook Pro) vale la spesa solamente per le gestures multitouch del trakcpad, ma andiamo oltre: Mac OS X è un sistema stabile, a 64 Bit, privo di virus, di dll infernali, di installer e unistaller odiosi, malware, trojan, popup misteriose e quant’altro. Che valore vogliamo dare a Mac OS X, quando le versioni ‘Top’ di Windows Vista e 7 costavano/costano anche quasi 600 Euro (!). Certo la versione “Home edition” di Windows 7 mi pare costi 120 Euro o poco meno e in molte versioni OEM viene ulteriormente scontata ma… vai a vedere quanto costano i portatili di fascia medio-alta, come quelli che imitano i MacBook Air per intenderci, spesso costano più dei Mac.

    Quindi il tuo discorso non ha semplicemente senso, anche perché quei portatili da 3-400 Euro che citi, parlo per esperienza diretta, o anche quelli da 5-600, hanno una vita media che è circa la metà di un qualsiasi MacBook o MBPro.

    I Mac hanno hardware leggermente datato? E allora? Sai perché accade? Perché Apple li testa prima di metterli in commercio – e in passato lo faceva ancora più a lungo di adesso. In ogni caso gli ultimi iMac usciti sono all’avanguardia per soluzioni tecniche e hardware, se non lo sai informati… e sono gli All in One più venduti al mondo e non costano nemmeno più cifre esagerate…

    Linux è un’ottima alternativa a Windows, diversi amici miei ce l’hanno e tirano avanti bene ma comunque non è privo di problemi che solo gli smanettoni a volte possono risolvere e – peggio – non esistono per esempio applicativi di montaggio video seri e per me questo lo rende del tutto inutile per le mie esigenze.

    Vuoi un consiglio? Vai in un centro Apple certificato o da Mediaworld quando sono presenti i tutor Apple e fatti mostrare come funzionano i Mac. Dopo, potrai parlarne con un minimo di cognizione di causa…

    Buon 2 giugno.

  • Maurizio

    Gentile Alexmac,

    solo perché non condivido il suo punto di vista, ciò non vuol dire che io non abbia cognizione di causa, come fa a dirlo, è forse un upplet Apple che la autorizza a ritenerlo.

    Se lei fosse stato più attento alla lettura del mio post, avrebbe risposto in maniera decisamente diversa, cercando di discutere attorno a quanto io ho detto … ma, credendo di essere investito di sacralità di parola, ha leggermente deviato dal focus del post

    A meno che lei non sia un azionista della Apple, credo che possa essere più elastico nel valutare anche le opinioni altrui.

    Io, non ho mai detto che i prodotti Apple sono mediocri, né tantomeno che chi li compri sia poco intelligente.
    Ho detto e lo ribadisco anche dopo aver letto la sua risposta, che “per me” il prodotto Apple Mac Book bianco è obsoleto e costoso, mentre per lei è economico ed aggiornato, bene, è il suo punto di vista, mica la insulto e le dico che è una persona senza cognizione di causa solo perché lei ritiene l’incontrario.

    Quanto al S.O., ha ragione, sicuramente quello Apple è più stabile e sicuro, ma molte persone senza cognizione di causa come me preferiscono riavviare ogni tanto il computer, utilizzare un pacchetto sicurezza ed avere una macchina con hardware più aggiornato e magari USB3.0 e DVD BRD.

    Naturalmente se lei necessita di notebook/desktop di potenza non eccessiva, ma con elevata stabilità e sicurezza intrinseca opterà per il mondo Apple, mentre io che non ho bisogno di ciò mi accontento di un semplice notebook con windows 7 e Linux.

    Rimanendo in tema, il Mac Book bianco non mi sembra così unibody visto che il coperchio di plastica si “scollerebbe” come riportato nell’articolo, inoltre proprio su questo sito, se non erro spesso ho letto di problemi di surriscaldamento del Mac Book Pro, questo è un segno evidente che anche l’eccellenza spesso si “window-izza”

    Un ultimo punto. Quanto alla vita media di un prodotto tecnologico da lei citata, le dirò:

    La Apple non produce hardware tipo memorie, cpu, motherboard schede grafiche, dvd etc … ma utilizza prodotti terzi … quindi, a meno che non richieda una linea di prodotti con standard qualitativi diversi dalle “6-omega”, credo proprio che il tempo di vita medio sia congruente a quello di altri prodotti commerciali di pari classe … poi è ovvio che nell’ambito di un prodotto ci siano diverse scelte di qualità.

    Gentile Alexmac la scelta di un prodotto tecnologico non sempre è fatta da persone esperte come lei, la maggior parte delle persone sono senza cognizione come me, preferiscono fare un bilancio prestazioni/prezzo ed avere migliori prestazioni hardware a costi ridotti … poi, se mai dovessero capire che Apple e superiore, iniziano a spendere 800 euro per il melafonino perché si sente meglio … e poi passano al Mac Book Pro, io personalmente, attendo di vedere lo iMac 2012 che monti i nuovi ivy bridge intel e magari usb3 e DVD BDR … se mai dovesse essere prodotto, lo comprerò, apprezzandone i vantaggi da lei elencati.

    Niente di personale e buona giornata,

    Maurizio

  • Alexmac

    Egregio Maurizio

    io ho solo risposto al suo commento.

    Le confermo che anche i MacBook “bianchi” sono unibody dal 2009 (anche se in plastica e non in alluminio) http://www.melamorsicata.it/mela/2009/10/22/ifixit-ha-smontato-il-nuovo-macbook-unibody-bianco/
    il coperchio di cui parla è quello che serve per accedere alla componentistica.

    Apple realizza o fa realizzare alcuni componenti per se ma ovviamente ne utilizza molti di terze parti. La loro durata media è maggiore in quanto ottimizzati in strutture – appunto gli unibody – molto curate, dove le ventole fanno il loro lavoro eccetera. Ciò non toglie che non si verifichino dei problemi, so che gli iMac da 27″ scaldano parecchio da quel che ho sentito, i MacBook Pro non mi pare proprio, ne ho uno da un anno e ne so qualcosa…

    Troverà sempre un ritardo di qualche mese nell’hardware dei prodotti Apple rispetto alla concorrenza Windows, come ho spiegato nel mio commento precedente.

    Le ribadisco anche il mio pensiero rispetto ai prezzi dei prodotti Apple. Vogliamo dare un prezzo a ogni parte brevettata che ho citato sopra, diciamo 50 Euro per ogni punto:

    * case unibody
    * tastiera retroilluminata a dimensione piena
    *cavo di alimentazione MagSafe
    *magic trackpad o magic mouse con gestures multitouch
    *batteria che dura le ore dichiarate e almeno 1000 cicli di ricarica
    * raffreddamento che è ottimizzato e interviene solo quando il processore o la CPU sono sotto sforzo

    e diciamo 150 Euro per:
    *suite compresa nel prezzo come iLife (iPhoto, iWeb, iMovie, iDvd, GarageBand) che permettono di fare un sacco di cose senza dover installare software aggiuntivo

    Molte di queste cose sui PC della concorrenza non esistono proprio, quindi mi rendo conto che sia un confronto un po’ arduo da compiersi ma la prego di controllare i prezzi dei prodotti Dell, Sony, Asus di fascia medio alta i quali molto spesso hanno solo la tastiera retroilluminata e il case in alluminio e costano più dei Mac.

    Che valore vogliamo dare a Mac OS X Snow Leopard? Proprio per la sua stabilità e caratteristiche intrinseche, che non hanno equali né su Windows né su Linux? 100 Euro? L’upgrade a Lion costerà intorno a questa cifra, direi che ci siamo…

    Direi che 1600 Euro per un MacBook Pro di ultima generazione siano un prezzo non dico equo ma abbastanza corretto, facendo i dovuti confronti con la concorrenza, sommando quanto da me scritto sopra 🙂

    E, in ogni caso, su Ebay o anche sul sito Apple Italia si trovano delle occasioni spesso imperdibili dato che, al contrario dei prodotti della concorrenza, i prodotti Apple mantengono il loro valore nel tempo e quindi in caso di rivendita di un Mac buona parte dell’investimento iniziale viene salvaguardata.

    Cordiali saluti

  • Alexmac

    PS: Questo doveva essere il MacBook Air killer nel 2009:

    http://www.hwupgrade.it/news/portatili/taglio-di-prezzo-per-dell-adamo-300-euro_29689.html

    peccato che costi più di un MacBook Air 13″ e non ha killato proprio niente…

  • Lucaskizzo85

    Proprio oggi ho ricevuto la base inferiore del mio mac,tramite corriere,dopo soli 3 giorni! sostituirlo è un gioco da ragazzi con il kit che mandano..Il coperchio è praticamente uguale,spero solo non si abbia lo stesso difetto del precedente,se no non avrebbe senso! comunque complimenti alla apple!! 

    • Ledano

       scusa, ho inviato oggi la richiesta via internet alla Apple per il tuo stesso problema.
      Mi sai dire se lo mandano dall’Italia o dagli USA ?

      in soli 3 giorni??????

      grazie

    • Veronica Torriani

      Ciao, scusa ma nella scatola c’è anche un libretto dove viene indicato che il pezzo sostituito va rispedito.
      Questo devo farlo anche se non ho più il pc in garanzia??