keynote apple

Apple: come cambiano i prezzi dei dispositivi

Ad oggi, per comprare uno dei prodotti della Mela, l’utente sa che dovrà spendere un po’più del previsto. I prezzi di iPhone, iPad e Mac sono, infatti, aumentati da 2 a 5€: risultato di quella legge che prevede il pagamento di un’ulteriore tassa su ogni singola vendita per tutti i produttori di dispositivi elettronici.

apple_prodotti

In Italia, dunque, un dispositivo firmato mela morsicata costa ancora di più, causa la tassa da imporre a quei dispositivi in grado di copiare contenuti multimediali protetti da copyright, richiesta al Governo dalla Società Italiana degli Autori ed Editori . Questo aumento è calcolato in base alla memoria disponibile e ammonta a 3 per i dispositivi da 8 GB, 4 per quelli compresi tra 8 e 16 GB, 4,90 per quelli tra 16 e 32 GB e 5,20 per i superiori ai 32 GB.

iPhone 6: immagini delle componenti

Durante il fine settimana, il famoso portale Nowhereelse ha pubblicato un’ennesima galleria fotografica, comprendente alcuni leaks del nuovo iPhone 6. Il soggetto delle immagini è il PCB del dispositivo, ossia la scheda elettronica sulla quale sono stampati i circuiti che ne determinano il funzionamento.

iphone_6_componenti

Pur essendo leggermente più grande di quella appartenente ad iPhone 5S, la componente non introduce consistenti novità per quanto riguarda il design e ripropone le medesime soluzioni tecniche introdotte dal suo predecessore.

iPhone 6: causa del possibile rialzo dei prezzi per gli altri smartphone

Stando alle previsioni dei media cinesi, sembra che l’uscita del nuovo iPhone 6 possa far aumentare fino al 10% anche il prezzo dei dispositivi delle altre case produttrici a causa dei troppi ordini effettuati dalla Mela ai suoi fornitori.

iphone-6-2-versioni

Le ultime indiscrezioni, infatti, suggeriscono che Cupertino abbia ordinato tra le 70 e le 80 milioni di unità di iPhone 6, una cifra record mai raggiunta fino ad oggi. I portali cinesi prevedono, dunque, che questo nuovissimo device possa condurre gli altri produttori ad un rialzo dei prezzi dei propri smartphone per una percentuale compresa tra il 5% e il 10%.

Apple e Swatch: possibile collaborazione per iWatch?

Da quanto si evince da un report di VentureBeat, la Apple potrebbe aver scelto di collaborare con Swatch e altri produttori per la definizione del suo primo orologio, iWatch, e dei suoi accessori. La dichiarazione emersa sul portale d’informazione sembra basarsi su alcune fonti anonime, apparentemente a conoscenza dei progetti di Cupertino. Si tratta di indiscrezioni in netta controtendenza rispetto a quanto emerso sulla stampa durante gli ultimi mesi, sulla quale si leggeva che il produttore svizzero aveva espresso forti dubbi sull’entrata della Mela nel mercato degli orologi.

swatch_vs_apple

Stando alle fonti, sembra che la Apple abbia intenzione di realizzare molteplici versioni dell’iWatch, così da soddisfare le diverse esigenze dei suoi clienti e poter proporre varie fasce di prezzo. Pare, inoltre, che per raggiungere questo obiettivo l’azienda abbia cercato il supporto e la collaborazione di grandi nomi del settore, quali la già citata Swatch, Timex e molti altri. I rumors parlano di un’intera famiglia di smartwatch, adatti  ad ogni gusto dell’utente.

iPhone 6 vs Galaxy S5: chi avrà più successo?

Grazie alla futura uscita di iPhone 6 e al già presente sul mercato Samsung Galaxy S5, la sfida tra i due colossi della tecnologia, Apple e Samsung, si rinnova nel raggiungimento della leadership per quanto riguarda le vendite degli smartphone di gamma.

iphone-6-vs-galaxy-s5

Appoggiandosi ai risultati ottenuti dai modelli predecessori di quelli sopra citati, iPhone 5S e Samsung S4, si può azzardare che, sebbene la compagnia sudcoreana stia colmando sempre più il gap contro la concorrente azienda californiana, quest’ultima risulta ancora primeggiare sia per quanto concerne il numero di vendite sia per quanto riguarda i profitti. In Italia, il nuovo Samsung Galaxy S5 viene già commercializzato da qualche mese e sembra riscuotere successo tra gli utenti, mentre bisognerà attendere settembre per poter assistere all’uscita di iPhone 6 e confrontare quale dei due dispositivi sarà più amato dal pubblico.

iPhone 6: ultimi rumors, anche sul prezzo

Assodato che il futuro gioiello firmato Apple, iPhone 6, si presenterà al pubblico in due versioni, 4.7″ e 5.5″, secondo gli ultimi rumors la fatidica data di presentazione sembrerebbe fissata al 12 settembre, una settimana prima rispetto al venerdì 19, giorno ritenuto fino ad oggi più plausibile per questo importante evento.

concept iphone 6 ios 7

Sempre secondo le indiscrezioni, il dispositivo sarà dotato di una nuova batteria da 1.810 mAh, di una fotocamera da 13 megapixel (non 8 come si ipotizzava fino a poco tempo fa), di un sensore Sony Exmor IMX220 (specializzato nella registrazione di video in 1080p), di un Chip A8 e, infine, di un display costituito dal pregiato vetro zaffiro.

iPhone 6: le presunte foto di alcune componenti

Il famoso portale Nowhereelse.fr ha pubblicato una serie di fotografie aventi come soggetto il pannello touch del futuro iPhone 6. Le immagini sono ricche di dettagli, tuttavia il sito tiene a specificare che, nonostante la cover sulla quale è stato montato il touchscreen sembri autentica, è possibile notare alcune lievi discrepanze nel posizionamento dell’altoparlante e del sensore della fotocamera.

touchscreen_iphone_6

Inoltre, la configurazione rappresentata risulta la stessa scelta dai produttori cinesi per realizzare il clone di iPhone 6: non è dunque da escludere che possa trattarsi di una contraffazione.

iPhone 6: previste 80 milioni di unità per settembre

Tra i rumors che spiccano maggiormente questa settimana, vi è la notizia che ben 80 milioni di dispositivi iPhone 6 verranno immessi sul mercato entro settembre, un lancio che non vedrebbe precedenti nella storia.

iPhone 6

Stando a quanto riporta il Wall Street Journal, questa volta Cupertino sembra intenzionato a fare sul serio, imponendo a Foxconn e TSMC un duro lavoro e tempi molto serrati onde evitare il ripresentarsi dei problemi che l’anno scorso resero l’iPhone 5S difficilmente reperibile. Se ciò corrispondesse alla realtà, i problemi già riscontrati durante la produzione potrebbero presto essere risolti, permettendo ai clienti di poter acquistare il nuovo iPhone 6 già ad inizio autunno. Non è escluso, inoltre, che la risoluzione degli stessi problemi comporti anche un’uscita anticipata del modello da 5,5″, commercializzabile dal 2015 secondo i rumors. 

iPhone 6: schermo ultra-resistente grazie al vetro zaffiro

Ormai, tutti i rumors riguardanti le dimensioni del display del futuro iPhone 6 possono considerarsi affidabili: il nuovo device avrà una cornice sottile e lo schermo risulterà più largo del 34% rispetto ai suoi predecessori da 3,5″. Lo smartphone in questione è il modello di iPhone 6 da 4,7″, il quale sarà probabilmente commercializzato a partire dal 19 settembre.

iphone6

Le immagini più recenti pubblicate sul portale cinese MyDrivers (forse provenienti da alcune unità addette all’assemblamento e alla produzione del prossimo gioiello di Cupertino) confermano ulteriormente le indiscrezioni in merito al design del dispositivo, più precisamente a quello del modello da 4,7″, in quanto, al momento, non sono state divulgate altre informazioni riguardanti la versione “phablet” da 5,5″

iPhone 6: interessanti novità per il processore A8

Stabilito che, da quanto riportano gli ultimi rumors, l’uscita del futuro iPhone 6 è prevista per il mese di settembre e che esso si presenterà al pubblico in due versioni (una dal display più ampio, assimilabile dunque alla categoria phablet), emergono, oggi, interessanti novità riguardanti il processore del nuovo dispositivo.

processore_A8

La componente in oggetto è il processore A8 (ovvia evoluzione dell’A7), il quale manterrà l’architettura RAM a 64 bit e sarà integrato sui futuri iPhone 6 ed iPad Air 2.